Corso Addetto al Primo Soccorso Gruppo B C 12 Ore - ISASD

Vai ai contenuti

Menu principale:

CDF > Formazione Aziendale

Corso addetto al primo soccorso in azienda 12 ore

Il corso per addetto al primo soccorso in azienda della durata di 12 ore è rivolto alle aziende appartenenti al gruppo B-C.
La classificazione delle aziende viene indicata nell’art. 1 del DM 388/03, che contiene le disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’art. 15, comma 3, del D.Lgs. 626/94.

Il programma del corso prevede l’approfondimento di tutte le tecniche di pronto intervento, della normativa in materia e di come contattare il 118.

Ricordiamo che la formazione per l’addetto al primo soccorso in azienda è obbligatoria ai sensi dell’art. 37 D.Lgs. 81/08, il datore di lavoro che non permette la formazione dei lavoratori è soggetto a sanzioni quali l’arresto da due a quattro mesi o ammenda da 1.200€ a 5.200€.


Il corso di 12 ore verrà suddiviso in 8 ore di studio teorico e 4 di studio pratico.
Al termine del corso sarà necessario sostenere un test, che se superato dà diritto all’attestato che certifica il possesso dei requisiti indispensabili per essere addetto al primo soccorso in azienda.

ISASD organizza corsi di primo soccorso di 12 ore, tenuti da personale esperto e qualificato. Se desideri avere un preventivo gratuito o chiedere altre informazioni, contattaci attraverso l’apposito form accanto. Verrai contattato al più presto da un nostro addetto esperto in sicurezza sul lavoro.



Programma del corso per addetto al primo soccorso 12 ore

Il programma del corso per addetto al primo soccorso di 12 ore organizzato da ISAD tocca i principali aspetti del primo soccorso in azienda.
In particolare fa riferimento all’allegato IV del DM 388/03, che indica gli argomenti che un addetto al primo soccorso aziendale, impiegato in un’azienda classificata nei gruppi B e C
, deve conoscere per poter svolgere la sua mansione.

Anche per il corso di 12 ore è prevista una parte teorica di 8 ore che toccherà i seguenti aspetti:

  • Allertare il sistema di soccorso: cause e circostanze dell’infortunio, comunicazione delle informazioni ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza.

  • Riconoscere un’emergenza sanitaria: scena dell’infortunio, raccolta di informazioni, previsione dei pericoli, accertamento delle condizioni dell’infortunato (funzioni vitali, coscienza, temperatura).

  • Nozioni elementari di anatomia dell’apparato circolatorio e respiratorio.

  • Tecniche di autoprotezione.

  • Attuaizone di interventi di primo soccorso: posizionamento dell’infortunato, respirazione artificiale, massaggio cardiaco.

  • Riconoscimento dei limiti di intervento.

  • Conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro: fratture, lussazioni, traumi cranici, della colonna e addominali.

  • Conoscente sulle principali patologie legate all’ambiente di lavoro.


La parte teorica dura invece 4 ore, durante le quali si apprenderà come:

  • Comunicare con il SSN.

  • Intervenire in caso di sindromi cerebrali acute.

  • Intervenire in caso di sindromi respiratorie acute.

  • Effettuare la rianimazione cardiopolmonare.

  • Effettuare un tamponamento emorragico.

  • Sollevare, spostare e trasportare l’infortunato.

  • Intervenire in caso di esposizione ad agenti chimici o biologici.




Classificazione delle aziende per il primo soccorso – Gruppo B e C

Il DM 388/03 è la normativa che detta le regole per ciò che riguarda il primo soccorso aziendale. In particolare, all’articolo 1, distingue le aziende in relazione al tipo di attività che svolgono, al numero di addetti e al grado di rischio e le suddivide in tre gruppi: A, B, C. In base al gruppo di appartenenza l’addetto al primo soccorso aziendale dovrà seguire corsi di formazione differenziati. In particolare i gruppi B e C appartengono le aziende con rischi minori, il corso perciò durerà 12 ore, anziché 16 come previsto per le aziende di gruppo A, il cui programma è definito dall’allegato IV del DM 388/03.

Art. 1 DM 388/03 – Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi.

Gruppo B: aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
Gruppo C:
aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A



Se vuoi avere maggiori informazioni o ricevere un preventivo per il corso contattaci tramite l’apposito form.










 
Torna ai contenuti | Torna al menu